Come annaffiare le piante prima di andare in vacanza

Come annaffiare le piante prima di andare in vacanza

E’ tempo di vacanze!

Prima di partire assicurati di lasciare le tue piante in condizioni tali da ritrovarle in buona salute al tuo ritorno.

È sempre buona norma lasciare dei recipienti pieni d’acqua vicino ai vasi in modo che l’acqua, evaporando, creerà un ambiente umido.

Inoltre se lasciate le vostre piante in casa ricordatevi di non lasciarle al buio, mentre se invece si trovano all’esterno spostatele in una posizione meno soleggiata possibile e mettetele tutte insieme in modo che formino così un microclima umido.

Se si pensa di mancare per più di una settimana è possibile dar loro l’acqua di cui hanno bisogno con questi metodi:

  •  Uno dei più noti è quello della bottiglia piena di acqua posta a un’altezza superiore a quella del vaso. Si prendono delle strisce o delle cordicelle di stoffa, di cui un’estremità va messa nella bottiglia e l’altra nella terra del vaso per una profondità di almeno 2 – 3 cm.

    In questo modo l’acqua passa in maniera costante e continua dalla bottiglia al vaso e l’irrigazione è assicurata. Questo metodo è detto del sifone comunicante.

In alternativa, potete disporre una bacinella accanto al vaso o alla fioriera. Anche stando allo stesso livello, l’acqua passerà poco a poco dalla cordicella alla terra del vaso, perché sfrutterà il principio fisico della risalita per capillarità.

  • Un altro sistema tradizionale è quello di utilizzare delle bottigliette di plastica, riempirle d’acqua, forarne il tappo e inserire il collo nella terra del vaso, facendo in modo anche in questo caso che avvenga un’irrigazione costante e continua.

  • Un altro sistema è l’acqua complessata. Si tratta di un’acqua in gel costituita da una membrana di cellulosa e acqua demineralizzata. Il flacone si inserisce capovolto nel vaso, il più possibile vicino al fusto della pianta.

    I microorganismi presenti nella terra degradano poco a poco la cellulosa, liberando l’acqua demineralizzata e innaffiando così la pianta.

    La durata di un flacone è di 15 – 20 giorni, a seconda della confezione, del tipo di terreno e della temperatura dell’ambiente.

Adesso sai come prenderti cura delle tue piante e non temere di trovarle appassite al tuo rientro.

Buone vacanze!!!

 

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *